Area Riservata

  • Home
  • Colore
  • Bianco carta e tecnologia SCCA

Bianco carta e tecnologia SCCA

La ISO 12647-2:2013 ha risolto l’annoso problema dei tipi di carta standard, non tanto definendo qualche tipo di carta in più e vicino alla realtà di produzione, ma soprattutto ha reso anche disponibile una procedura capace di prevedere la cromia attesa su una carta della stessa classe (ovvero patinata con patinata, uso mano con uso mano) ma con punto di bianco diverso.

Si tratta della funzione SCCA (Substrate Corrected Colorimetric Aims) sviluppata dal RIT, Rochester Institute of Technology, presa a base dell’allegato B della ISO 12647-2:2013.

Quale migliore opportunità per una macchina come la nostra HP Indigo che può stampare sulle carte di produzione, in bianca e volta e con la possibilità di confezionare il lavoro in un prototipo finito. Niente a che vedere con le prove stampate sulla tipica carta fotografica da prova contrattuale: grossa, solo in bianca e incapace di fornire una qualsiasi emozionalità tattile.

corGae ha sviluppato una propria procedura che, sulla lettura spettrofotometrica della Media Wedge individua se la carta sta entro le tolleranze standard della caratterizzazione o a quelle allargate consentite dalla funzione SCCA. Nell'un caso come nell'altro fornisce la conformità (o meno) in base ai parametri della ISO 12647-2 o della ISO 12647-7 e ne rilascia il relativo report.

I calcoli sono realizzati in XYZ in base all’allegato B della ISO 12647-2:2013, quindi il primo passaggio è derivare XYZ da L*a*b*.
Con XYZ si applicano le formule dell’allegato B:
X2 = X1 * (1 + C) – Xmin * C
dove X2 è il valore ricercato, X1 è il valore noto e Xmin è il più basso X dell’insieme, pure lui noto e C è una costante ottenuta con le seguente formula:
C = (XS2 – XS1) / (XS1 – Xmin)
dove XS1 è il valore della carta standard e XS2 quello della carta misurata.
Analogamente si procede per Y e Z
Y2 = Y1 * (1 + C) – Ymin * C
Z2 = Z1 * (1 + C) – Zmin * C
Dai nuovi valori XYZ si risale ai L*a*b* di caratterizzazione sulla nuova carta che si confrontano con la lettura e da qui si desume la rispondenza come al solito.

provecolore2